COLLANA ENTRORRA

Novecento Libri

Sfidando il dominio delle major, entrando nello tsunami delle piccole e medie editrici, contro la permanente tendenza che vede ancora gli italiani fra gli ultimi lettori dell'Unione, la Novecento Libri apre al nuovo sulla via tracciata dalla grande scrittura del secolo scorso. Affida a Entroterra cinque collane − di poesia, narrativa, saggistica, teatro e memorie − e lancia sulle bancarelle (virtuali e materiali) autori e testi di un'alternativa letteraria e culturale italiana ed europea.

MARIO LUNETTA

MUSEO DELLE CERE PARLANTI - Romanzo Polipo

Novecento Libri Editore - Collana I Narratori

Pagine 316

Prezzo di Copertina: Euro 18,00 (EURO 16,00 PER ACQUISTO ON LINE)

Ultimo romanzo di Mario Lunetta, Museo delle cere parlanti è  il trionfo delle capacità poligrafiche dell'autore. Romanzo lo è perché vi si narra e con i dovuti nuclei drammatici; però non fa solo quello: nei suoi tentacoli di "romanzo polipo", come lo chiama il sottotitolo, procedendo passo passo per frammenti brevi e anche molto brevi, incamera ricordi, riflessioni, commenti critici, sogni, aforismi, citazioni, calembours e altro ancora. Una sarabanda delle scritture messa in conto ad una voce narrante diffusiva ed erratica, tuttavia ben presto posta sulle tracce di un altro personaggio, un affascinante scrittore "alternativo", del quale trascrive fedelmente missive e scritti vari. Dell'"io" che parla sappiamo il nome, Furio Corvi, mediocre ex-funzionario statale, mentre l'oggetto del suo culto resta anonimo dietro la sigla QCP (Quella Certa Persona): e si dà il caso che l'autore presti locazioni e particolari propri sia al primo che (soprattutto) al secondo, senza però coincidere mai completamente con nessuno dei due, secondo un progetto di elusione e di straniamento. Quasi che si facesse scudiero di se stesso o testimone postumo, senza essere mai diretto, nemmeno quando sembrerebbe mettersi a nudo, poiché l'autobiografia è sempre usata come materiale e come strumento di crudeltà. Lunetta ci offre così, in questo libro che contiene molteplici libri, in uno stile come sempre rutilante e come sempre aspramente polemico, una vera summa delle sue qualità di scrittore. Un lucido attraversamento della complessità, in cui il gioco di specchi letterario sull'identificazione dell'autore diventa una acuta diagnosi allegorica sull'"inappartenenza" della odierna società frantumata e virtuale. Sì, le cere parlanti del titolo sono le rabberciate (finte) personalità che abitiamo: sono tutti noi.

DIEGO ZANDEL

BALCANICA - Viaggio nel sud-est europeo attraverso la letteratura contemporanea

Novecento Libri Editore - Collana I Narratori

Pagine 252

Prezzo di Copertina: Euro 16,50 (EURO 15,00 PER ACQUISTO ON LINE)

Tra l'Adriatico e il Mar Nero si estendono i Balcani. Non proprio lontano da noi. Eppure i Paesi che li compongono ci sono quasi sconosciuti, nell'intimo dei suoi tanti popoli, nella loro storia, nella loro letteratura. Si nutre, piuttosto, nei loro confronti una sorta di pregiudizio, che possa trattarsi di gente selvaggia, pericolosa. Le guerre nella ex Jugoslavia degli anni Novanta, l'eco delle atrocità commesse, l'odio che i popoli tra essi hanno espresso attraverso le armi e le cronache della ferocia (l'assedio di Sarajevo, il genocidio di Srebrenica, la lunga battaglia di Vukovar, i tanti crimini di guerra) sembravano confermarlo. E, precedentemente, la presenza di certe dittature particolarmente rigide e chiuse come quella di Enver Hoxha in Albania o di Nicolae Ceausescu in Romania con il lascito, alla loro caduta, di migranti che, arrivati in occidente, sono stati identificati nello stereotipo di delinquenti, ha finito col dare dei Balcani, di quei paesi e di quelle genti, un'immagine non proprio rassicurante. Ma tutti noi sappiamo che la realtà ha molte sfaccettature e che quella che più emerge non significa che sia l'unica. E lo si scopre solo conoscendo nel profondo quella realtà in tutte, appunto, le sue sfaccettature. Questo libro rappresenta sicuramente una chiave di conoscenza. Lo fa attraverso la lettura degli scrittori che con i loro libri esprimono quel mondo nel profondo, così come solo la letteratura sa e può fare. E lo fa attraverso i libri che di quel mondo hanno parlato toccando di volta in volta temi e personaggi scavando sotto la superficialità delle cronache giornalistiche. Si vedrà che i Balcani e i suoi popoli sono una straordinaria sorpresa. A tracciare il percorso è uno scrittore come Diego Zandel che quelle terre conosce per ragioni famigliari, frequentazioni e viaggi. Dalla lovenia alla Turchia passando per la Croazia, la Serbia, La Bosnia, l'Albania, la Romania, l'Ungheria, la Bulgaria e la Grecia, avendo per chiave le opere degli scrittori più recenti tradotti in italiano, così da avere la possibilità, se interessa, di leggerli personalmente.

Quaderno n. 1 - MARIO LUNETTA - Euro 15,00


PRENOTA ON LINE COMPILANDO IL FORM

OPPURE INVIA UNA EMAIL A:

malacodawebzine@gmail.com indicando nome cognome, il/i numero/i scelto/i e l'indirizzo di spedizione

il contributo può essere effettuato a mezzo bonifico:

Iban IT28H0200805061000002876341 intestato

a TOSTO ANTONINO PIETRO


Le copie possono essere anche acquistate presso il

Teatro Porta Portese di Roma - Via Portuense 102.