LE PAROLE FRA NOI

100 poeti da tutto il mondo in un'unica umanità

UN SOLO MARE E LA PAROLA

di Elisabetta Colla

Il progetto nasce in seguito alla partecipazione dell'Associazione Grecam, fondata dalla scrittore e psicoterapeuta uruguaiano Norberto Silva Itza, in rappresentanza dell'Italia, al 20esimo Festival Internazionale della Poesia dell'Avana a Cuba nel maggio 2016. Da qui, a partire dall'appello della poetessa e giornalista siriana Malak Sahioni Soufi, per fermare la violenza nei confronti dei rifugiati attraverso la forza della poesia, l'idea di gettare un ponte fatto di parole tra l'America Latina, l'Europa e il resto del mondo.L'Associazione Grecam ha raccolto la sfida di Cuba rilanciando in Italia la richiesta dei poeti di mantenere vivo lo scambio oltre le distanze e i confini. All'appello hanno aderito 140 poeti da tutto il mondo, famosi e sconosciuti, i cui versi sono stati raccolti in due Antologie: "Un solo mare e la parola", una raccolta di poeti dell'America Latina dedicata ai rifugiati del Mediterraneo, pubblicata in italiano e spagnolo a cura di Norberto Silva Itza e "Confini di Sale", a cura di Malak Sahioni Soufi.Durante le giornate romane saranno presentati anche l'Antologia di poesie: "100 poeti per la pace", curata da Veronica Bianchi, poetessa e giornalista uruguaiana, ed il catalogo: "Finestra per la vita", curato da Malak Sahioni Soufi, che raccoglie lavori pittorici, grafici, plastici di artisti nazionali e internazionali sul tema dei rifugiati. Alcune delle opere saranno esposte all'Acquario Romano."Un solo mare e la parola" è organizzato in collaborazione con il Municipio Roma I Centro, con la promozione della Casa dell'Architettura e con il Patrocinio di: Roma Capitale, Assessorato alla Crescita Culturale; Casa dell'Architettura; Biblioteche di Roma; IILA, organizzazione internazionale italo-latino americana; Ambasciata Argentina, Ambasciata Brasile, Ambasciata Cile, Ambasciata Colombia, Ambasciata Cuba, Ambasciata Ecuador, Ambasciata Messico, Ambasciata Perù, Ambasciata Uruguay, Ambasciata Venezuela; CIR, Consiglio Italiano per i Rifugiati; Fondazione Astalli.Nel corso della manifestazione interverranno: Luca Bergamo Vicesindaco, Alfonso Giancotti Presidente Casa Architettura e Claudio Parisi Presicce Sovrintendente Capitolino ai Beni Culturali. Aderiscono e partecipano al Progetto: Domenico Ascione, Susy Bellucci, Marco Camboni, Giulio Clementi, Sergio Ciulli, Antonietta De Lillo, Michele Gammino, Sylvie Genovese, Neri Marcorè, Mario Martone, Evelina Meghnagi, Pino Strabioli, Mario Tronco, Arnaldo Vacca. "La Casa della Poesia di L'Avana", Cuba.PROGRAMMA
Apertura il 28 aprile alle ore 17.00 presso l'Acquario Romano. "Per i rifugiati del Mediterraneo". Presentazione dell'Antologia di poesia "Confini di sale" e del Catalogo d'arte "Finestra per la vita", a cura di Malak Sahoni Soufi. Performance di danza e parole a cura della coreografa cubana Laura Domingo Agüero, letture di poesie nella lingua madre dei poeti (arabo, spagnolo, inglese, portoghese) con traduzione in diretta; testimonianze di rappresentanti delle istituzioni e di realtà sociali. Saranno presenti il Vicesindaco Luca Bergamo, il Presidente della Casa dell'Architettura Alfonso Giancotti e il Sovrintendente Capitolino ai Beni Culturali Claudio Parisi Presicce.Il 29 aprile, dalle ore 17.00 - Acquario Romano. "Dall'Italia all'America Latina". Presentazione dell'Antologia di poeti dell'America Latina: "Un solo mare e la parola", a cura di Norberto Silva Itza, e dell'Antologia: "100 poeti per la pace", a cura di Veronica Bianchi: letture in italiano e spagnolo, con la partecipazione della Responsabile della Biblioteca della Casa della Poesia di L'Avana, Concepción Allende Vasallo e dei poeti presenti. Interverranno i Rappresentanti delle Ambasciate. Proiezione di un Video sul Festival Internazionale di poesia di Cuba. Performance di Poesie in "piazza" con la partecipazione del Gruppo di Ricerca Grecam, dedicato ai poeti latinoamericani.Il 30 aprile, dalle ore 17.00 - Acquario Romano. "Confini di sale", "Un solo mare e la parola", "100 poeti per la pace" si incontrano. Un grande Reading di tutti i poeti presenti alla manifestazione: parole, versi, idiomi, immagini si intrecciano in un unico discorso poetico. Performance "Poesia in movimento" a cura del Gruppo Poesie Grecam, accompagnata da immagini video e dalle note del violoncello di Diletta Tenti. Dalla poesia, alla parola cantata, alla musica con le cantanti Evelina Meghnagi, Susy Bellucci e Sylvie Genovese e con i musicisti Domenico Ascione, Marco Camboni, Arnaldo Vacca e Giulio Clementi.
Nelle tre giornate saremo accompagnati nelle letture dagli attori presenti.1 e 3 maggio. Piazze e strade del centro storico: i Poeti invadono Roma. La poesia viaggia in spazi aperti, per le strade di Roma, incontra il pubblico in compagnia degli scenari della città.2 maggio. Casa delle Letterature, Piazza dell'Orologio 3, ore 17.00 presso IILA, Via Paisiello 24; ore 18.00 Incontri di poesia. Presentazione delle Antologie da parte dei curatori. Partecipazione dei poeti presenti a Roma con Reading di poesie nella loro lingua madre e traduzioni in italiano a cura dell'Associazione Grecam.

Un solo mare e la parola" è un evento a carattere nazionale che si snoda dal 18 aprile all'8 maggio 2017 in quattro città italiane: Sassari, Cagliari, Roma e Torino, sedi dell'Associazione Grecam. Partita da Sassari il 18 e 19 aprile alla Biblioteca Comunale Palazzo Usini, al Liceo Artistico Figari e alla Residenza Universitaria, l'iniziativa prosegue a Cagliari il 21, 22, 23 aprile, al MEM (Mediateca del Mediterraneo) e all'Ex Monte Granatico a Isili; poi a Roma tra il 28 aprile ed il 3 maggio e chiude a Torino il 5, 6 e 7 maggio (Sala Viglione del Consiglio Regionale del Piemonte; Binaria, Centro Commensale Fabbrica del Gruppo Abele), il 13 maggio ore 18.00, con la partecipazione alla Fiera del Libro - Salone OFF - Circolo dei Lettori, Via Bogino.L'Associazione GRECAM, 'Gruppo di Ricerca su Espressione e Creatività attraverso il Movimento', fondata dallo psicoterapeuta uruguaiano Norberto Silva Itza, nasce e si sviluppa a Roma negli anni '80. Nel 1993 si costituisce in associazione con l'obiettivo di favorire il processo di evoluzione personale e di integrazione sociale attraverso il motore della creatività e della relazione. Da oltre 30 anni si prende cura del benessere psicofisico attraverso l'esercizio della creatività. Questo "laboratorio permanente" ha realizzato: spettacoli teatrali, performance di poesia video e musica, installazioni artistiche, eventi culturali, laboratori formativi e creativi.Il Complesso Monumentale Acquario Romano - sede della manifestazione "Un solo mare e la parola". Il Comune di Roma e l'Ordine degli Architetti di Roma e Provincia fondano, nel 2002, la Casa dell'Architettura che ha il compito di aprire un dibattito e una riflessione sulle iniziative che riguardano l'architettura delle città. Obiettivo è creare e consolidare un terreno d'incontro e confronto su diversi temi di rilevante interesse nazionale e internazionale, promuovere la cultura architettonica romana e l'architettura contemporanea, attraverso mostre, premi, conferenze, incontri e iniziative culturali.La Casa dell'Architettura, ospitata all'Acquario Romano, è un'area espositiva polifunzionale aperta a tutti i cittadini. In tal senso, essa può divenire luogo di interazioni tra culture e discipline unite dal comune interesse verso i fenomeni della cultura urbana: le arti visive, il cinema e lo spettacolo, la musica e la letteratura. L'intento è stimolare continuamente il dibattito culturale contemporaneo sui grandi temi dell'attualità.

Tutti gli eventi sono gratuiti.
Per info e contatti Grecam: Marisa Del Monte cell. 3396403132; Stefania Filipponi cell. 3351430976
grecam@grecam.it - associazionegrecam.blogspot.it - fb Associazione Grecam

Un evento internazionale che, attraverso la poesia, dà voce a donne e uomini del mondo. Dal 28 aprile al 3 maggio a Roma

Nell'era delle nuove guerre che attraversano il Mediterraneo, la speranza è affidata alla parola poetica, come possibilità di riconoscersi in una sola umanità, in un unico canto.Così prende vita: "Un solo mare e la parola", una straordinaria kermesse prodotta dal basso, che ha attraversato Roma dal 28 aprile al 3 maggio presso La Casa dell'Architettura, "Acquario Romano" (Piazza M. Fanti n. 47) con Reading di poesie e con installazioni, performance di teatro e danza, video, musica e testimonianze di un gran numero di artisti ed autori in arrivo da tutto il mondo. Sei giorni di iniziative con poeti e artisti di diverse nazionalità aperte alla cittadinanza e ai tanti stranieri presenti sul territorio, all'interno di una immaginaria "Piazza" attraversata da una grande barca.