LE PAROLE FRA NOI

SCRITTURA TRASDUZIONALE:

LA VOCE DEL SILENZIO

(estratto dalla Tesi di Laurea Magistrale in Psicologia Clinica)

di Livia Clemente

In un certo senso la Scrittura Trasduzionale rappresenta una tecnica di produzione volontaria dell'Intuizione sotto forma di parole che nella fattispecie si concretizza in un componimento poetico, in una creazione artistica.

Scrittura Trasduzionale" è un'espressione che è stata coniata da Laura Grasso per indicare una particolare tecnica di scrittura che sfrutta in modo singolare, la funzione dell'Intuizione.

L'aggettivo "trasduzionale" deriva dal concetto di trasduzione; preso in prestito dalla Fisica, indica il processo di conversione di una particolare forma di energia tramite uno o più sistemi di trasformazione.

La componente trasduttrice vera e propria è, secondo L. Grasso, il Silenzio.
Il silenzio di cui parla l'autrice non coincide con l'assenza di suono, quanto piuttosto con l'assenza di rumore, di quel brusio costante, dentro e fuori di noi, che accompagna le nostre giornate; è un silenzio prioritariamente interiore, non è interruzione, non è inconsapevolezza. E' presenza pura, profonda attenzione e quieto ascolto.
E' come un foglio bianco, è spazio: è qualcosa di aperto, fatto apposta per ricevere. Questo silenzio è principio di creazione.

Secondo L. Grasso, questo Silenzio, che in definitiva corrisponde a uno stato di estrema quiete interiore, non è una prerogativa di pochi eletti, ma può essere raggiunto da tutti attraverso l'esercizio.

Ora, la scrittura trasduzionale altro non è che la voce del Silenzio. L. Grasso rileva infatti che da questo Silenzio sembrano sorgere delle parole particolari e pure, essenziali; frasi dall'architettura perfetta, di grande valore estetico ed estremamente evocative.
"Detto linguaggio appare assolutamente unitario, nonché dotato di tenace identità. E' certo diverso da quello dell'Oggi e pure, perfettamente intelligibile e potentemente espressivo per tutti coloro che, a partire da oggi, si prenderanno la briga di cercare di penetrarlo" ( "Sibylla" diL. Grasso, dall'Introduzione di F. M. Clemente ).

Il modo in cui queste parole emergono, risulta ora a mio avviso, esemplificativo dell'insorgere dell'Intuizione come è stata esposta in questa tesi. La loro immediatezza e certezza, insieme al loro essere inequivocabili richiama interamente la metafora dell'illuminazione propria dell'intuizione. Illuminazione non è un termine casuale: queste parole fanno luce sulle aree oscure del nostro essere e allo stesso tempo provengono da zone d'ombra a cui è possibile accedere solo tramite la quiete del Silenzio.
In un certo senso la Scrittura Trasduzionale rappresenta una tecnica di produzione volontaria dell'Intuizione sotto forma di parole che nella fattispecie si concretizza in un componimento poetico, in una creazione artistica.

Leggendo "Il mito dell'analisi" di Hillman non ho potuto fare a meno di notare delle forti affinità tra il linguaggio che compare nelle scritture compiute col metodo trasduzionale e quello che l'autore descrive come appunto il linguaggio dell'Anima: "Questo linguaggio è al tempo stesso colto e incolto, artistico e grezzo. E' un linguaggio mitico, metaforico, un discorso fatto di ambiguità, evocativo e minuzioso[...] Questo linguaggio sarà addottrinato e istruito, sarà un'espressione ricca e piena, una lingua della metafora, della poesia e del mito perché è obbligato a riflettere la bellezza della Psiche, gravida di voluttà".
Queste parole che appaiono come intuizioni, sembrano avere un potere curativo; sono parole speciali perché vengono estratte da un universo incontaminato, lo si chiami inconscio collettivo, Psiche oggettiva, Akasha.

Sono la rappresentazione di quel mondo situato in profondità abissali, che non è sottoposto alle perturbazioni della superficie; dove non tira vento, dove non c'è tempesta, dove regna la quiete.

E anche qualora non si riesca a scavare così in fondo sono sempre parole circondate dalla pace che le ha prodotte e pertanto in linea di massima rassicuranti, non solo per chi le scrive, ma anche per chi le legge.
Sono gocce di Anima concentrate e distillato della nostra essenza. Non sono solo una mera -per quanto innegabilmente catartica- espressione dell'inconscio che, pur vantando una sorprendente energia creativa e intuitiva, sappiamo anche essere la sede delle più grandi afflizioni e turbamenti; sono parole che in un certo senso attingono ad un bacino ancora più profondo, a cui è possibile avvicinarsi soltanto se si mette a tacere la problematicità contingente dell'esistenza.


L'eco silenziosa che fa rituonare ogni parola è il contrassegno inconfondibile dell'autentica poesia e più il verso proviene dal profondo, più è in grado di avere valenza universale e di risuonare intensamente nella coscienza di chi lo legge.


COMMENTI DEI DETENUTI AL SEMINARIO "SCRITTURE DAL SILENZIO"

Dagli Istituti Penitenziari 'Regina Coeli' di Roma e 'Bicocca' di Catania


'Regina Coeli'

Alessio F.

Una mattinata rilassante tra settimane, mesi e chissà... circondato dalle sbarre e mura, devo stare. Mi sento triste, annoiato e indeciso, ma il mio futuro ancora non è finito. Passeggiando su e giù per il corridoio il tempo non passa mai ed io mi annoio: martedì il colloquio, giovedì telefonata, il mercoledì: mattinata spensierata.

Con te mi rilasso e non ci penso. Non so cosa mi hai trasmesso, ma mi sento molto meglio. Le cose qui sono sempre le stesse, solo il mercoledì mattina sono diverse. Ora continuando con questo corso, dentro di me mi sento diverso, non capisco il motivo di questa poesia, ma è dal cuore che si invia. Ora ti ringrazio e lo posso dire: Grazie a te Laura di questa mattinate felici.

Riccardo T.

Il corso mi aiuta a rilassarmi, a sentirmi sereno praticando gli esercizi di respirazione. L'obiettivo descritto dall'insegnante, inizialmente sembrava irraggiungibile e anche poco comprensibile. Invece con mia meraviglia ho scoperto una strada per la concentrazione che mi ha portato a scrivere, io che non ho scritto mai nulla...

Ho scoperto che lontano dal raziocinio, lasciandomi andare, è possibile scoprire una parte di me nuova che mi da serenità e soddisfazione nel rileggere i miei scritti.

Un'ora di positività e uno spunto per guardare oltre.

Giampiero C.

Nel corso sono entusiasta di aver allenato una tecnica capace di isolarmi dal rumore dei pensieri, separando le parole dal mio cattivo umore.

Grazie Laura di avermi regalato questa novità assai preziosa. Mi hai regalato qualcosa da dentro di te, il più bel segreto di amore: la poesia.

Grazie

Domenico Antonio S.

Dunque, che dire... Queste sedute con la prof. sono un vero momento di pace, di creatività, ma soprattutto cresce in noi l'autostima, che qui aiuta molto.

Per me Laura è un punto di riferimento indiscutibile. Grazie!

Francesco M.

Tanti giorni cerco sempre il modo migliore per passare le giornate, non sempre mi riesce. Così trascorre il tempo sempre, comunque sono giorni lunghissimi soprattutto quando ci si annoia. Questo è il motivo dei pensieri, così rimango sempre nell'attesa o che arrivi il lunedì per vedere i miei figli, che è un giorno migliore, mentre dal lunedì al mercoledì aspetto che arrivi il mattino, sapendo che passerò una giornata fantastica. E' un corso molto rilassante, sempre curioso, sempre cose nuove. E' nel modo come Laura, istruita ci fa intraprendere il corso. Ora devo chiudere che l'assistente non ci da mai un minuto in più. Chiudo

Maurizio G.

Un corso che ci permette di arricchirci sia fisicamente che mentalmente.

Purtroppo ho fatto tanti anni di carcere, di conseguenza e per fortuna, ho partecipato a tanti corsi. Posso dire che questo è stato tra i più completi e ne approfitto per congratularmi con Laura la nostra guida, professionale e nello stesso tempo con grande simpatia ci aiuta in questo nostro lavoro interiore.

Armando B. C. di Cuba

Per cominciare a ringraziare, dobbiamo sapere perché lo facciamo: dentro, dove manca il desiderio, dove non troviamo speranza, c'è Laura che con la sua umanità, pazienza e conoscenza, ha portato luce dove c'è oscurità e equilibrio nel disordine interiore umano che la disgrazia, momentaneamente mantiene chiuso in cella.

Ci ha insegnatola parola, il suo uso produttivo, la sua propria emozione e la qualità di essi! Laura grazie, so perché ringraziarti, so perché più che mai ho ritrovato la mia speranza, sarò uno Scrittore Grazie a te!

Ancora grazie Laura

'Bicocca'

Carmelo P.

Questo corso è stato utile. Ci ha fatto piacere perché è stato una cosa bella. Abbiamo imparato delle cose belle del nostro corpo. Ci fa piacere se possiamo frequentare questo corso, perché dà tanti benefici al nostro corpo e alla nostra mente.

Carmelo G.

Da questo corso ho compreso che con dei piccoli esercizi ci si può purificare ed esprimere quello che il nostro inconscio ci dice.

Salvatore M.

Allora, inizio a dire che questa esperienza per me era stata una sfida con me stesso e ho visto che a casa ho portato un bel risultato e soprattutto tanta soddisfazione. Non avrei mai e poi mai pensato che sarei riuscito a poter scrivere cose del genere. Rimpiango il mio giorno di assenza però è stata un'assenza giustificata. La ringrazio di vero cuore per questa fantastica esperienza, ma soprattutto per la sua disponibilità che lei e sua figlia avete avuto verso di noi; ma la cosa più importante è che ci ha trattato da persone normali, come il resto del mondo. Spero con tutto il cuore di passare altro tempo in sua compagnia e continuare il percorso iniziato.

Carmelo T.

Io penso che questi esercizi con la respirazione aiutano molto il nostro essere mentalmente più rilassati. Ho notato che con questi esercizi riesco a dormire di più e mi sento molto rilassato. Ci proverò ancora per vedere dove arrivo con la scrittura. Grazie.

Giovanni C.

Da questo piccolo ma intenso corso ho compreso come si può essere purificati e esprimersi in modo libero da pregiudizi. Soprattutto, la continuità di questa tecnica, sono sicuro che riesce a farci cambiare modo di pensare; libero, vivo, pulito.

Orazio C.

Cara Livia, essere stato questi giorni con voi in questa nuova esperienza è stato bellissimo. E credimi, dopo questo incontro sono molto più fiducioso. Mi ha colpito tanto la sicurezza di tua mamma e quella piccola curiosità si è trasformata in qualcosa a cui credo e che porterò avanti. Perché si può cambiare, migliorare, proprio come dice tua mamma. C'è una forza sovrannaturale in noi che non conosciamo e credo che questa pratica della scrittura aiuta a superare la paura, la timidezza, quei sentimenti che ti bloccano la voce e ti fanno tremare, Quindi si tace; con la scrittura si esprime il proprio sentimento come la paura, la rabbia, il dolore. Oggi, grazie a voi, sono sicuro che tutti possono cambiare. Scusami per tutti gli errori grammaticali, sono un ex analfabeta. Poi voglio ringraziarvi per la bella esperienza che ha lasciato in me qualcosa di bello! Ti auguro di realizzare tutti i tuoi sogni e di vivere con tutta la serenità e la felicità di questo mondo. Perché lo meriti. Ciao, tanti cari saluti e un in bocca al lupo. Ciao

Antonino G.

Gentilissima professoressa. quello che posso dire è che mi ha fatto molto piacere che ho partecipato a questi incontri e ho notato (che) tutto quello che abbiamo fatto ha qualcosa di significante e quando facciamo quella ginnastica era molto professionale. Io sono rimasto soddisfatto e desidererei che ci fossero altri incontri, anche più lunghi. Vi ringrazio di aver impiegato questo tempo per noi. Grazie. E posso anche dire che sentivo in me qualcosa di diverso e spero che continueremo. Grazie a lei e a sua figlia professoressa.

Nicola Christian P.

Chi Kung: un nome strano, a me del tutto sconosciuto, sicuramente buffo il primo giorno, ma il secondo ti fa scavare nel tuo interiore, ti dà delle risposte ai tanti interrogativi. Il terzo giorno in un silenzio a dir poco indisturbato, mi ha trasmesso una pace anomala, ma del tutto rilassante, ho scritto, ho scritto delle frasi che anche se sbrindellate, senza né capo né coda avranno con certezza l'effetto suo su ogni persona che, come me, conosce il silenzio del dolore, un dolore lacerante che vorrebbe atterrarti, ma non so se per merito della Gentile Signora Laura o per la disciplina qui sopra citata, tale silenzio si è trasmutato in letizia. Credo che con perseveranza, costanza e zelo, tale letizia potrebbe essere trasmessa ad altri. L'essere umano è per natura scettico, orgoglioso, arrogante e prepotente, ma, in questi tre giorni, ho visto coi miei occhi cambiare il carattere dei miei compagni detenuti. I loro occhi lucidi di commozione hanno vinto la loro vergogna di mostrare in pubblico chi sono veramente dentro. Esternare quel piccolo uomo "bambino" che c'è in noi oltretutto ci fa ricordare che l'orgoglio avuto nel tempo ha solamente preceduto la nostra rovina. L'umiltà, la comunione e la fratellanza che tale disciplina ci impone è luce per chi ha e vive nell'oscurità del carcere interno del proprio cuore. Scrittura Trasduzionale! Cos'è? "Un luogo di incontro tra uomo e uomo; e tra l'uomo e lo spirito, uomo interno e uomo esterno". Ringrazio con cuore sincero la Dott.ssa Laura e sua figlia Livia per il tempo dedicatoci, ma soprattutto per averci trattato da uomini salvabili, degni di essere aiutati ed apprezzati. Spero un giorno di poter incontrare nuovamente voi e il frutto di questa esperienza nel cuore di molte persone. Vi auguro che possiate ricevere prosperità in salute e sapienza mentale e spirituale unitamente alla crescita economica.

Davide F.

E' bella la sensazione finale di rilassamento, di pulizia interiore. Ed è bello quando una persona riesce a trovare questa calma interiore e mettersi a scrivere, per ore. Quando dopo rilegge quello che ha scritto, magari pensa che non è farina del suo sacco, la forza delle parole. Comunque concludo dicendoti che il corso che propone tua madre è una buona opportunità per noi detenuti. Per chi ne capisce la reale importanza, è un buono strumento di vita, anche per superare le giornate di sofferenza e monotonia all'interno delle carceri. Saluti.

Giuseppe C.

Salve dottoressa, sono molto fiero di aver passato tre giorni in ottima compagnia di lei e di sua figlia. A parte gli splendidi esercizi e cultura che lei ha trasmesso dentro i nostri cuori , ma in particolare mi ha trasmesso tanto le persone belle e splendide che siete, perché avete fatto capire la vera umiltà delle persone che siete, brave per darci questa opportunità di conoscere i veri sentimenti di ognuno di noi, di farci liberare mentalmente e con il cuore, tutto quello che ci passa per la testa, vera serenità e calma e in particolar modo ci fa capire i veri valori, perché mi avete trasmesso tanto nel profondo del cuore e spero che lei e sua figlia ritornate al più presto e poterci rincontrare per per fare ancora delle sue splendide lezioni di cultura-amore- felicità- e tanta serenità. Che dirvi di più, spero che in poche parole vi abbia espresso quello che mi avete trasmesso in tre giorni e spero che ci possiamo rivedere di nuovo che ci tengo di vero cuore. A presto e vi auguro sempre di avere un ottimo successo che lo meritate davvero.