Le parole fra noi

EDOARDO SANGUINETI

PER UNA MOZIONE

Boris Mikailovich Kustodiev, Bolshevik, 1920 - State Tretyakov Gallery Photo (c) State Tretyakov Gallery

una mozione (che può essere una prima fase, anche, in un movimento) puòrilevare
che:
può verificarsi questo caso: che una parola (e così, in una parola, una prassi)
è costretta a ritrovarsi (poeticamente discorrendo, adesso) poeticamentecustodita
(politicamente discorrendo): (e come il sogno di un sogno, anche, se ènecessario):
per attraversare (e inscatolata bene, e a lunga conservazione)il tempo:
                                                             (e ammetto
che ho detto, una volta (alla Heller), che la storia può (e ho osato dire, allora,
credo, deve) essere protetta (filosoficamente discorrendo) dentro un involucro
di una filosofia della storia, per essere risparmiata dalla storia: e, per intanto,
dalla filosofia: e, massimamente poi, dalla storia della filosofia):
                                                                        e che
la parola, storicamente rimossa, ritorna per proporsi come cosa (storicamente
discorrendo, proprio), nel tempo: come spettro (diciamo pure così) postpreistorico:
(e che dunque, in questo senso almeno, è necessaria, oggi, una poesia comunista):