LE PAROLE FRA NOI

BENEDETTO TUDINO...

 E UN SUO PENSIERINO

di Benedetto Tudino

...del sabato per chi lascia andare i pensieri e vive in un mondo ancora da realizzare:
Come diceva Proust? Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi.

Certo, facile a dirsi per chi ha occhi abituati a guardare lontano, ma io sono solo un punto d'osservazione e tutto quello che mi sta intorno lo realizzo approfittando degli sguardi degli altri, io metto in gioco la fantasia e con essa riesco a definire e a descrivere tutto quello che chi mi capita accanto e si lascia guardare. Io sono una lente di ingrandimento delle osservazioni di chi frequento.
Ecco che ci ricasco di nuovo, mando i pensieri uno sull'altro fino a non controllarli; ho imparato a non fermare la corsa delle mie idee, ma ora devo imparare a controllarla.
Prima regola, fermarsi un attimo e attivare la mente sulle cose che ti circondano, in modo che la pressione della realtà presente ti distragga dal passato e dal futuro.
Le regole le conosco bene, è metterle in pratica che crea dilemmi.
Ecco un'altra occasione per affermare che la questione dell'attenzione e dell'educazione forse non mi ha aiutato a risolvere i problemi, in qualche modo me li ha complicati e non di poco.
Che confusione! Dove eravamo... ai pensieri uno sull'altro... a fermare la corsa delle idee... a devo imparare a controllarla... ad attivare la mente... al pensiero del presente che ti distrae dal passato e futuro...

Le regole le conosco, ma è il metterle in pratica che mi complica tutto, la mia natura è disordinata... è come se le mie tante idee nuotassero tutte insieme nello stesso mare che confusione!